PAPA EMERITO BENEDETTO XVI – il ricordo del Consigliere Augusto Rollandin

11 Gennaio 2023

Durante la commemorazione del Papa Emerito Benedetto XVI tenutasi in apertura dei lavori del Consiglio regionale dell’11 e 12 gennaio 2023, il Consigliere Rollandin ha tracciato un breve commosso ricordo a nome di Pour l’Autonomie.

«Ho avuto l’onore di conoscere personalmente Papa Benedetto XVI. Più volte, dalla sua ascesa al soglio pontificio del 19 aprile 2005 alla sua rinuncia al ministero petrino del 28 febbraio 2013, le nostre strade si sono incontrate per ragioni ufficiali sia nella Città del Vaticano che qui in Valle d’Aosta, offrendomi l’indiscusso privilegio di accostarmi con reverenza e umiltà alla figura complessa e profonda di un Santo Padre che definì sé stesso “un semplice, umile lavoratore nella vigna del Signore” facendone una missione di vita, che mi ha donato momenti di intenso significato sia religioso che personale. Di quei momenti preziosi, i ricordi indelebili che serbo nella memoria sono la sua naturale capacità di coniugare con spontaneità un altissimo spessore teologico e culturale, ad un’umanità attenta e partecipativa; la sua fede sfolgorante che suscitava ammirazione e devozione; e il suo sguardo in cui la severità del ruolo si fondeva armonicamente con un’intima e profonda serenità, rendendolo capace di comunicare anche senza parlare.

Papa Benedetto XVI amava la nostra terra. Per tre anni – 2005, 2006 e 2009 – è stato ospite presso la casa Salesiana di Les Combes trascorrendo il breve tempo delle sue vacanze in maniera semplice, tra momenti privati di studio e preghiera, e momenti pubblici di condivisione. Durante l’Angelus di domenica 16 luglio 2006 affermò di sentirsi perfettamente a suo agio e realmente in vacanza in Valle d’Aosta, descrivendola come “un luogo dove il Creatore ci dà quest’aria fresca; questa bellezza riposante che dà la gioia di essere vivi” che gli permetteva di immergersi nello “stupendo panorama alpino che aiuta a ritemprare il corpo e lo spirito”.

Papa Benedetto XVI amava il nostro popolo e da esso era ricambiato. Ne sono testimonianza le folle accorse alle sue celebrazioni ed alle sue visite ma anche il silenzioso rispetto con cui la comunità della Valle avvolgeva e proteggeva la sua privacy, la sua tranquillità e il suo riposo. I suoi insegnamenti di fede, di fiducia e di speranza si sono impressi a fondo nelle coscienze dei fedeli valdostani, che ancora oggi sentono un legame speciale ed indissolubile con questo Papa dai modi gentili e dal sorriso caldo e sincero.

Per tutto quello che Papa Benedetto XVI ha rappresentato per la Valle d’Aosta ed i valdostani, come Gruppo consiliare Pour l’Autonomie avevamo sollecitato il Presidente del Consiglio Valle e l’Ufficio di Presidenza ad organizzare una delegazione ufficiale in rappresentanza della nostra Regione, al fine di partecipare alle esequie solenni che si sono tenute nella piazza della Basilica di San Pietro, giovedì 5 gennaio 2023. Nelle nostre intenzioni con questa iniziativa avremmo avuto l’opportunità di manifestare compiutamente e concretamente il dovuto rispetto ad una personalità di elevata caratura e di indiscusso valore, e al contempo rafforzare i rapporti con la Santa Sede.

Ringraziamo il nostro Vescovo Lovignana che durante l’omelia della messa organizzata in Cattedrale il giorno prima delle esequie del Papa emerito, ha ben rappresentato lo spessore e l’importanza della figura di Papa Benedetto XVI».

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.