ASSESSORE CARREL “attività di promozione e valorizzazione del settore agricolo per l’anno 2024”

4 Aprile 2024

Nell’ambito del Consiglio regionale che si è tenuto nelle giornate del 3 e 4 aprile 2024, l’Assessore Marco Carrel ha risposto in modo preciso e completo ad un’interpellanza mirata a conoscere se a livello regionale si intenda organizzare, per la seconda domenica di novembre, iniziative celebrative della Giornata nazionale dell’Agricoltura così come previsto dall’articolo 7 della legge 28 febbraio 2024, n. 24.

L’Assessore ha aperto la sua risposta concentrando l’attenzione sulla norma citata nelle premesse dell’iniziativa «E’ un disegno di legge approvato recentemente che punta a riconoscere ed a valorizzare la figura dell’agricoltore anche come custode dell’ambiente e del territorio. Scorrendo la legge, emerge che possono rientrare in questa definizione gli imprenditori agricoli, singoli o associati, e le società cooperative del settore agricolo forestale che si occupano di manutenzione del territorio, custodia della biodiversità rurale, allevamento di razze animali e coltivazione di varietà locali. In pratica, si può affermare che quasi tutti gli agricoltori che operano sul nostro territorio rispondono a questi requisiti».
«Venendo al quesito dell’interpellanza» ha proseguito «va detto che all’atto della programmazione delle attività per la promozione del settore agricolo per l’anno 2024, la predetta legge non era ancora vigente (data di entrata in vigore 29 marzo 2024) e non è stato quindi possibile prendere in considerazione in quella sede l’eventuale organizzazione della Giornata nazionale dell’Agricoltura».
«Nella suddetta programmazione» ha dichiarato l’Assessore «voglio sottolineare l’impegno dell’Assessorato Agricoltura per la promozione del settore agricolo e delle sue diverse filiere attraverso l’organizzazione e la partecipazione ad eventi e manifestazioni che danno ampio risalto alle produzioni del nostro territorio. Il programma di attività per la promozione e la valorizzazione del settore agricolo per l’anno 2024 è quello approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 88 del 5 febbraio scorso. Si tratta di una programmazione annuale che permette una migliore organizzazione delle singole iniziative nonché di una puntuale e mirata copertura finanziaria».
Passando poi a dettagliare alcune fra le iniziative previste nell’ottica della valorizzazione del nostro territorio, ha citato «La celebrazione della giornata mondiale delle api del 20 maggio ed il Concorso mieli della Valle d’Aosta a fine ottobre, in cui è particolarmente sottolineata l’importanza della biodiversità dove si valorizza la filiera miele, grazie anche alla collaborazione con il Consorzio apistico della Valle d’Aosta. Gli appuntamenti di Non Solo Show Cooking, organizzati in vari Comuni e distribuiti sul territorio durante il periodo estivo che raccontano le DOP, le PAT e i vini valdostani. Il Marché au Fort, del 12 e 13 ottobre, che vede la partecipazione di circa 70 aziende del nostro territorio con i loro prodotti delle diverse filiere agroalimentari. Il Concorso Modon d’Or che offre l’occasione di promuovere e far conoscere il lavoro in alpeggio ed il territorio di montagna, nonché di apprezzare e di premiare le migliori Fontine DOP di alpeggio».
«L’Assessorato all’Agricoltura» ha ricordato «partecipa ad importanti appuntamenti fuori Valle dedicati, ad esempio, alla filiera Vitivinicola, come il Salone del vino a Torino, Vinitaly a Verona e Vinum ad Alba, anche in questo caso con la finalità di promuovere il prodotto e il ruolo del viticoltore del nostro territorio. Inoltre promuove, attraverso una serie di aiuti di cui all’art. 17, comma 1, lettera c della legge regionale 17/2016, azioni di valorizzazione e promozione del settore agricolo».
In chiusura, tornando alla Giornata nazionale dell’Agricoltura, l’Assessore ha affermato che «sicuramente ci confronteremo con le associazioni di categoria per valutare le iniziative celebrative da porre in essere per il prossimo anno, e l’eventuale coinvolgimento delle istituzioni scolastiche».

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *