ASSESSORE CARREL e CAPOGRUPPO DI MARCO Interventi sulla Mozione a tema Piano Regionale Faunistico Venatorio

18 Aprile 2024

Durante il Consiglio regionale tenutosi nelle giornate del 17 e 18 aprile, l’Assessore Marco Carrel ed il Capogruppo di Pour l’Autonomie Aldo Di Marco, sono entrambi intervenuti sulla mozione con cui si chiedeva l’impegno a predisporre e presentare alla competente Commissione consiliare permanente un nuovo Piano Regionale Faunistico Venatorio di aggiornamento e di revisione del Piano 2008-2012.

Intervenendo nell’ambito della discussione generale l’Assessore Carrel ha spiegato:

«Ai sensi della legge regionale 64/1994, art. 5, comma 1, il Piano regionale faunistico-venatorio è proposto dalla Giunta regionale, sentita la Consulta faunistica regionale, il Comitato regionale per la gestione venatoria e l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale – ISPRA. Si è provveduto, quindi, a richiedere i pareri di cui sopra, che sono stati acquisiti nelle scorse settimane (ISPRA in data 27 febbraio 2024; Comitato regionale per la gestione venatoria in data 2 aprile 2024; Consulta regionale faunistica in data 9 aprile 2024). La Giunta regionale approverà, pertanto, la proposta del Piano regionale faunistico-venatorio da avviare alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS), ai sensi della legge regionale 12/2009. La procedura di VAS prevede che la bozza di Piano, insieme alla Relazione Ambientale e alla Sintesi non tecnica, siano pubblicati per 45 giorni, al fine di raccogliere le eventuali osservazioni da parte dei portatori di interesse. Al termine della VAS, sulla scorta delle osservazioni pervenute, la Giunta regionale approverà la proposta definitiva di Piano da trasmettere al Consiglio regionale per la sua approvazione definitiva».

Venendo quindi all’impegno chiesto con questa mozione, l’Assessore ha così continuato «Comprendendo quanto da voi esposto e condividendo la necessità di dover avviare una consultazione anche politica in Commissione consiliare – come per altro già previsto – proporrei di emendare il testo da voi proposto, andando ad aggiungere nelle premesse “Preso atto dell’iter previsto nella legge regionale 64/1994 e che dopo l’approvazione della proposta del Piano regionale faunistico venatorio da parte della Giunta regionale si avvierà la procedura di VAS ai sensi della legge regionale 12/2009”; e cambiando l’impegno in “Impegna l’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali a presentare il Piano regionale faunistico-venatorio alla competente Commissione consiliare durante il periodo in cui il Piano sarà avviato alla procedura di VAS, così a permettere a tutti i Consiglieri ed ai rispettivi Gruppi consiliari di partecipare con osservazioni a tale procedimento”».

Intervenendo nell’ambito delle dichiarazioni di voto, il Capogruppo Di Marco si è così espresso:

«Ho ascoltato con attenzione gli interventi che si sono succeduti in quest’aula ed in ragione dell’importanza che riveste il Piano Faunistico Venatorio per la nostra Regione, condivido pienamente la determinazione a procedere alla revisione ed all’aggiornamento di questo strumento, in vigore da ben 16 anni, che è indispensabile per la tutela, la conservazione, e la gestione della fauna selvatica nonché per la disciplina di un’attività venatoria che sia sempre più rispondente ai principi biologici ed ecologici di armonia tra fauna, essere umano e ambiente naturale. Le parole espresse dall’Assessore Carrel nel suo intervento sono state rassicuranti: l’iter di revisione ed aggiornamento di questo Piano è già stato avviato, sta progredendo nelle sedi appropriate nel pieno rispetto del percorso codificato, e giungerà infine all’attenzione di questo Consiglio per la sua definitiva approvazione. Ordunque, assunto come obiettivo comune quello di dotare quanto prima la nostra Regione di un rinnovato Piano Faunistico Venatorio revisionato ed aggiornato, credo indispensabile che la definizione di una questione di tale rilevanza per la nostra comunità debba essere il risultato del confronto costruttivo e della partecipazione attiva di tutte le forze consiliari nonché di tutti gli attori coinvolti. Quindi a nome del Gruppo Consiliare Pour l’Autonomie accolgo positivamente l’impegno, richiesto dall’iniziativa, a sottoporre il detto Piano all’attenzione della Commissione competente, ed esprimo il nostro voto favorevole alla mozione così come emendata».

La mozione emendata è stata approvata.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *